Docenti
Sede in LOMBARDIA  via lario
______________________
Via Lario, 7, 20811 Cesano Maderno MB, Italia
 Contatti: 3281627415 - 3801987342

FIRMATO GIOVEDÌ 8 AGOSTO 2017, IL DECRETO SULLE MODALITÀ DI ACQUISIZIONE DEI CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI E ACCADEMICI CHE MODIFICA IL RECLUTAMENTO E LA FORMAZIONE INIZIALE DEI DOCENTI.

 

Concorso 2018 Valeria Fedeli, Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, ha firmato, giovedì 8 agosto 2017, il decreto sulle modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari e accademici che modifica il reclutamento e la formazione iniziale dei docenti.

La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli, ha siglato il decreto con le modalità di acquisizione dei crediti formativi universitari o accademici (Cfu/Cfa) necessari alle laureate e ai laureati non abilitati all’insegnamento per poter partecipare al prossimo concorso per l’ingresso nella scuola secondaria che sarà bandito nel 2018 in base alle nuove regole previste da uno dei decreti attuativi della Buona Scuola. D’ora in poi è infatti previsto che candidate e candidati debbano avere nel curriculum di studi 24 crediti formativi universitari o accademici (acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare) nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle materie didattiche. Il decreto fornisce elementi utili per verificare come e dove integrare, se necessario, i propri crediti formativi universitari. Con precisi paletti anche per quanto riguarda i costi da affrontare, che vengono fortemente calmierati grazie al decreto e in accordo con Università e istituzioni AFAM: chi sta per conseguire la laurea potrà effettuare gli eventuali esami aggiuntivi gratuitamente. Una misura che guarda alle giovani e ai giovani che vogliono avvicinarsi all’insegnamento.

Pubblicato sulla Gazzetta ufficiale (Serie Generale n.112 del 16-05-2017 - Suppl. Ordinario n. 23 - Entrata in vigore del provvedimento: 31/05/2017) il riordino dei requisiti di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria (Riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docente nella scuola secondaria per renderlo funzionale alla valorizzazione sociale e culturale della professione, a norma dell'articolo 1, commi 180 e 181, lettera b), della legge 13 luglio 2015 n. 107)

Concorso 2018 Il decreto legislativo n.59 del 13 /04/2017 attua il riordino, l'adeguamento e la semplificazionedel sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli dei docenti, compresi quelli degli insegnanti tecnico-pratici, della scuola secondaria, per i posti comuni e per quelli di sostegno.

Vediamo passo passo i requisiti di accesso previsti dall' art. 5 

 

1. Costituisce titolo di accesso al concorso relativamente ai posti di docente di cui all'articolo 3, comma 4, lettera a), il possesso congiunto di:

a) laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell'alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso;

a logo stamp 2

Il MIUR con Decreto Ministeriale n. 374 dell'1 giugno 2017 ha deliberato le date di aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto del personale docente ed educativo di II e III fascia valide per il triennio 2017/2020. La scadenza per la presentazione delle domande è stata fissata per il 24 giugno 2017.

Il termine per l'aggiornamento delle GAE (graduatorie ad esaurimento) di cui all'art. 1, comma 605, lettera c), della legge 27 dicembre 2006, n. 296, già aggiornate per il triennio 2014/2017, è stato prorogato di un anno scolastico (2018/2019).

Le prime fasce delle graduatorie di istituto (GAE) di cui all'art. 5, comma 5, del regolamento di cui al decreto del Ministro della pubblica istruzione 13 giugno 2007, n. 131, per il conferimento delle supplenze ai sensi dell'art. 4, comma 5, della legge 3 maggio 1999, n. 124, saranno aggiornate a decorrere dall'anno scolastico 2019/2020 per il triennio successivo.

I docenti già collocati nelle graduatorie di I fascia delle graduatorie di istituto e che chiedono l’iscrizione in II e/o III fascia per un insegnamento non impartito nelle sedi già espresse all’atto del precedente aggiornamento, possono sostituire, nella stessa provincia di iscrizione della I fascia, una o più istituzioni scolastiche esclusivamente per i nuovi insegnamenti per i quali si chiede l’iscrizione in II e/o III fascia, mentre non è consentito cambiare sedi di I fascia qualora nelle stesse tali insegnamenti risultino già attribuiti.

Concorso docenti

Il d.lgs. n. 59/2017 prevede per la formazione del docente:

- la laurea,

- il superamento di un concorso

- il percorso FIT.

un altro requisito fondamentale previsto dal decreto è possedere 24 crediti formativi universitari o accademici (CFU/CFA), acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche.

scuola pezziNumerose aspettative sulla famosa riforma introdotta dalla legge 107/2015, riforma che avrebbe dovuto trasformare il sistema scolastico in un sistema molto più efficiente, un sistema segnato dalla presenza di presidi- manager , con un nuovo piano di assunzioni straordinario che avrebbe dovuto eliminare completamente le “ famose” supplenze.

Tante delusioni, tante insoddisfazioni che hanno generato un quadro di malcontento generale

Risultato?

G.I. 2017 2020Il Ministero dell’Istruzione sta per pubblicare il decreto che consentirà la riapertura delle graduatorie d’istituto di terza fascia 2017 e dunque il possibile aggiornamento e/o inserimento. Per inserirsi all’interno della terza fascia delle graduatorie di istituto è necessario avere un titolo di studio idoneo ad una determinata classe di concorso. La formazione di tali graduatorie di istituto consentono l'accesso al conferimento delle supplenze brevi o degli incarichi annuali. Gli aspiranti docenti che si inseriscono nella terza fascia delle graduatorie di istituto non hanno bisogno di aver conseguito l’abilitazione all’insegnamento o di aver maturato un periodo di lavoro all’interno della scuola. In base al titolo di studio posseduto, i candidati potranno insegnare per quella determinata classe di concorso, all’interno della scuola dell'infanzia, primaria, o scuola secondaria di primo e/o secondo grado. La pubblicazione del decreto ministeriale è previsto entro maggio/giugno 2017.

Il Quotidiano della P.A.it

Calendario

loader

Prossimi Eventi

Nessun evento trovato

Formazione

Accesso Utenti

Referenti Italia

contentmap_module

Bandi e Concorsi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.