Docenti
Sede in LOMBARDIA  via lario
______________________
Via Lario, 7, 20811 Cesano Maderno MB, Italia
 Contatti: 3281627415 - 3801987342

IL BONUS PREMIALE PER IL MERITO AI DOCENTI

(Legge 107/2015, articolo 1 commi 126,127,128,129).

Bonus premiale

Ecco alcuni chiarimenti.

 

Il bonus per il merito dei docenti COSTITUISCE un compenso accessorio che non va richiesto a domanda. È un preciso obbligo del dirigente scolastico individuare i docenti che ne hanno titolo, sulla base dei criteri di assegnazione fissati dal comitato di valutazione e sulla base degli indirizzi previsti dall'art. 1, comma 129, della legge 107 del 13 luglio 2015.

Pertanto il diritto di accesso al bonus per il merito ai docenti non va richiesto dal singolo insegnante, ne tantomeno le assenze dei docenti sono un impedimento ad ottenerlo.

 

Ecco il link per scaricare uno stralcio della legge 107 sul bonus premiale dall'area download.

Il dirigente della scuola dove insegno ci obbliga di andare a scuola e firmare le presenze durante il periodo di sospensione delle attività didattiche.

Vorrei sapere se l'obbligo delle presenze è legittimo.

Lettera firmata

 

Intestazione carta

L'obbligo di andare a scuola a firmare le presenze nei periodi di sospensione delle attività didattiche non è legittimo.

Salvo che nei succitati periodi non siano state programmate attività funzionali di natura collegiale (che peraltro rientrerebbero nei limiti delle 40 ore annuali previste dal contratto).

Queste attività sono esplicitate in modo chiaro e puntuale nell'art. 29, comma 3, lettera a del c.c.n.l.

Ci teniamo a precisare che, il Consiglio di stato con sentenza 8 maggio 1987, n.73, si era già espresso, affermando che non è ipotizzabile l'imposizione dell'obbligo della presenza a scuola indipendentemente dalle attività programmate, ciò non trova corrispondenza nel sistema delineato dal dpr n. 417/1974.

Procedura di assunzione del personale docente iscritto nelle graduatorie di merito della scuola dell'infanzia di cui al decreto direttoriale del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca 24 settembre 2012, n. 82 in attuazione dell'art.1 - quater del Decreto Legge 29 marzo 2016 n.42 convertito in Legge 26 maggio 2016 n. 89.

Le procedure di assunzione sono attuate secondo le fasi descritte, in ordine di sequenza all' art 4 della Legge 26 maggio 2016 n. 89.

scuola materna

 

Articolo 4,

1. Alla procedura di assunzione si provvede secondo le fasi, in ordine di sequenza, di seguito indicate, in attuazione di quanto previsto dall'art. 1 - quater del Decreto Legge 29 marzo 2016 n. 42 convertito in Legge 26 maggio 2016 n. 89.

AL VIA IL TERZO CICLO DI tirocinio formativo attivo.

tfa

Il terzo ciclo del tirocinio formativo attivo non sarà per tutti.

Potranno partecipare al bando solo i candidati appartenenti alle classi di concorso in esaurimento.

Secondo quanto dichiarato dal sottosegretario Gabriele Toccafondi nel corso della Commissione "Cultura di Camera e Senato", il nuovo ciclo del tfa sarà attivato per 16 mila futuri docenti.

I posti messi a disposizione saranno così suddivisi: 11 mila su posto comune e più di 5 mila su sostegno.

Il tirocinio formativo attivo sta quindi per arrivare e avrà una durata annuale.

Secondo nostre fonti la probabile data di pubblicazione del bando è prevista entro la fine di giugno o al più tardi entro la prima o seconda decade di luglio.

Sono una docente di musica nella scuola superiore di primo grado, e quest’anno ho lavorato in organico potenziato, in una scuola in provincia di Monza e Brianza. 

organico dell autonomia2

 

Durante il collegio docenti tenutosi prima che io accettassi l’incarico, venivano stabiliti i criteri di utilizzo dell’insegnante dell’organico potenziato che erano i seguenti: attività di recupero e potenziamento per le classi terze, attività di laboratorio a classi aperte per le classi prime, in contemporaneità con musica e arte, attività di recupero di matematica e italiano (in questo caso le docenti delle discipline rimanevano in classe e io ero a disposizione per le supplenze) e progetti deliberati dal Consiglio di classe per un massimo di 15 ore (questi progetti saltavano se in quelle ore sorgeva la necessità di utilizzarmi per le supplenze)

E’ partito il 28 aprile uno dei concorsi più criticato, chiacchierato e addirittura ribattezzato da molti “concorso truffa”, con le prove scritte che termineranno il 21 maggio, salvo che qualche cosa non faccia ancora slittare il tutto. D’altronde non poteva essere diversamente: questo concorso è “figlio” della Legge 107, soprannominata, scusate l’ironia, LA BUONA SCUOLA.

Concorso docenti 2016

Sono 165.578 candidati più quelli ammessi con riserva, per 63.712 posti, la prova scritta dura 150 minuti.

Il concorso doveva essere bandito entro il 1 dicembre 2015, ma così non è stato, ed il bando è slittato il 26 febbraio 2016, non riuscendo a rispettare nemmeno questa volta la cadenza triennale dei concorsi nell’ambito scolastico e per quanto riguarda la scuola primaria e dell’infanzia già si sa che non saranno immessi in ruolo per l’inizio del prossimo anno scolastico.

Il Quotidiano della P.A.it

Calendario

loader

Prossimi Eventi

Nessun evento trovato

Formazione

Accesso Utenti

Referenti Italia

contentmap_module

Bandi e Concorsi

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.