News
Sede in LOMBARDIA  via lario
______________________
Via Lario, 7, 20811 Cesano Maderno MB, Italia
 Contatti: 3281627415 - 3801987342

I PROGETTI GRAFICI POTRANNO ESSERE PRESENTATI ENTRO IL 10 GENNAIO 2020.

Concorso Mise OK

Al via il concorso di idee per la realizzazione del "Logo MiSE – Ministero dello sviluppo economico", che è stato pubblicato il 24 ottobre in Gazzetta ufficiale.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di promuovere l’ideazione e la creazione di un nuovo logo del Ministero, attraverso un progetto grafico innovativo che sia in grado di rappresentare il ruolo ricoperto dal MiSE nella società italiana, nonché le sue principali competenze nei settori dell’industria, dell’energia, del mercato e delle telecomunicazioni.

I COMUNI  CHE VORRANNO PRESENTARE LA PROPRIA  CANDIDATURA HANNO TEMPO FINO AL 31 OTTOBRE.

Ass comuni virtuosi

Premiare le buone pratiche in ambito ambientale perché servano da esempio e si diffondano in tutta Italia. Con questo spirito riparte il Premio nazionale “Comuni Virtuosi”, giunto alla sua tredicesima edizione e il cui bando di partecipazione rivolto alle amministrazioni comunali è consultabile al link https://comunivirtuosi.org/iniziative/premio-comuni-virtuosi/. Gli enti locali che vorranno presentare la propria candidatura hanno tempo fino al 31 ottobre 2019.

1600x900 1564067781801 2019.07.25 la Rai per Venezia immagine apertura nsMartedì 3 settembre, in occasione della 76° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, presso l’Italian Pavilion all’Hotel Excelsior del Lido, si è svolta la conferenza stampa congiunta MiBAC - MIUR per lanciare i nuovi bandi del Piano Nazionale Cinema per la Scuola, relativi all’anno scolastico 2019/2020.

mad SE

Nonostante il Ministro dell’Istruzione, abbia più volte ribadito “ l'addio alle MAD”, nella realtà dei fatti le segreterie scolastiche si ritroveranno anche in quest’anno scolastico a coprire i posti vacanti con personale supplente, ma non solo, saranno sempre più numerose le scuole che esauriranno le graduatorie d’Istituto e dovranno ricorrere a personale fuori graduatoria con la messa a disposizione. Infatti, il dirigente scolastico, all'atto dell'esaurimento della graduatoria di istituto, ivi comprese le graduatorie delle istituzioni scolastiche viciniori, in un'ottica di trasparenza, pubblica gli elenchi di aspiranti docenti che abbiano presentato istanza di MAD. (Gli eventuali contratti a tempo determinato stipulati, a seguito di procedura comparativa, con aspiranti non inseriti in graduatoria e tramite MAD sono soggette agli stessi vincoli e criteri previsti dal regolamento, ivi incluse le sanzioni previste dall'articolo 8).

Procedura invio domanda messa a disposizione

La messa a disposizione, o MAD, è una richiesta utilizzabile sia da tutti gli aspiranti docenti inclusi nelle graduatorie di istituto, sia dai laureati fuori da ogni graduatoria. La domanda informale sarà inoltrata dal candidato attraverso questi strumenti:

Bando per la costituzione del "Comitato dei cinquanta ovidiani" (art. 3, comma 7, legge 29 dicembre 2017, n. 226)

AVVISO DI PROROGA DEL TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

giovani ovidianiSi comunica che è stata disposta la riapertura del termine di presentazione delle domande di partecipazione alla procedura di selezione finalizzata all’individuazione di cinquanta giovani studiosi, di età inferiore a venticinque anni, per la costituzione del «Comitato dei cinquanta ovidiani», ai sensi dell’art. 3, comma 7, della legge n. 226/2017, indetta con il Bando prot. n. 20723 del 18 giugno 2019, pubblicato, in pari data, sul sito istituzionale del MIUR.

La Legge 448 del 23 dicembre 1998 (articolo 26 commi 8, 9 e 10) prevede che possano essere disposte assegnazioni di docenti e dirigenti scolastici nel limite massimo di centocinquanta unità.     Tali assegnazioni possono essere disposte:

  • presso gli enti e le associazioni che svolgono attività di prevenzione del disagio psico-sociale, assistenza, cura, riabilitazione e reinserimento di tossicodipendenti;
  • presso le associazioni professionali del personale direttivo e docente e presso gli enti cooperativi da esse promossi;
  • presso gli enti e le istituzioni che svolgono, per loro finalità istituzionale, impegni nel campo della formazione e della ricerca educativa e didattica. È inoltre possibile il collocamento presso università ed enti di ricerca e formazione con oneri a carico di questi ultimi.                                                                                                    
  • Le suddette assegnazioni comportano il collocamento in posizione di fuori ruolo e, dopo cinque anni continuativi, la perdita della titolarità.

Di seguito i dettagli: 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.