Docenti
Sede in LOMBARDIA  via lario
______________________
Via Lario, 7, 20811 Cesano Maderno MB, Italia
 Contatti: 3281627415 - 3801987342

neo indire 02

ATTIVITÀ' FORMATIVE PER L'A.S. 2019-2020.

L'immissione in ruolo di un consistente numero di docenti, che avverrà all'inizio dell'a.s. 2019-20, rappresenta una scadenza importante per il nostro sistema educativo, che potrà avvalersi di nuove energie professionali, assicurando nel contempo il dovuto ricambio generazionale del corpo docente. Affinché questo evento risponda alle aspettative è necessario accompagnarlo con significative iniziative di formazione e di supporto, che consentano di inserire pienamente i docenti neo-assunti nella comunità professionale di prima assegnazione, offrendo loro il "senso" di una comunità che li sa accogliere e valorizzare. A tal fine è opportuno che il percorso di formazione e prova sia avviato tempestivamente, come del resto è avvenuto negli scorsi anni, anche in virtù di un modello formativo ormai consolidato e ben strutturato nelle sue diverse fasi.
1. La formazione dei docenti neo-assunti 2019-2020

educazione civicaIl 20 Agosto 2019 è stata emanata la legge che avvia l'insegnamento dell'educazione civica nelle scuole. Il 5 settembre 2019 entrerà ufficialmente in vigore e sarà attuata dal 1° settembre del primo anno scolastico successivo alla messa in vigore della suddetta legge. In particolare in base all’articolo 2 della citata legge “a decorrere dal 1° settembre del primo anno scolastico successivo all'entrata in vigore della presente legge, nel primo e nel secondo ciclo di istruzione è istituito l'insegnamento trasversale dell'educazione civica, che sviluppa la conoscenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e ambientali della società. Iniziative di sensibilizzazione alla cittadinanza responsabile sono avviate dalla scuola dell'infanzia”. Le istituzioni scolastiche prevedono un piano di insegnamento trasversale dell'educazione civica che non potrà essere inferiore alle 33 ore annue, le quali si svolgeranno nell'ambito del monte orario obbligatorio. La legge dichiara, inoltre, l'affido dell'insegnamento, come si legge nell'articolo articolo 2, comma 4, "in contitolarità, a docenti sulla base di curricolo di cui al comma 3", quindi alle risorse dell'organico dell'autonomia. Per le scuole del secondo ciclo, l'educazione civica sarà materia dei docenti abilitati all'insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche. Tornando al testo della legge, merita attenzione l'art. 3 il quale stabilisce lo Sviluppo delle competenze e obiettivi di apprendimento:

cattedra vuotaI pensionamenti con Quota 100 a partire da 1 Settembre 2019 non  saranno utilizzati per le immissioni in ruolo, questa la decisione ad oggi da parte del Ministero.

Tenendo presente che i titolari saranno collocati in pensione dal 1° Settembre, i posti che non rientrano nel contingente delle immissioni in ruolo saranno utilizzati per:

  • utilizzazione docenti di ruolo
  • assegnazioni provvisorie docenti di ruolo
  • supplenze al 31 agosto

Ci saranno quindi più posti per le assegnazioni provvisorie, ma anche più supplenze, fino ad arrivare alla cifra record di 170 mila.

Per diventare docenti sono necessari titolo di studio di accesso all’insegnamento e abilitazione all’insegnamento. Il Decreto legislativo 59 del 2017 sul nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti ha apportato diverse modifiche alle procedure di accesso e formazione iniziale dei docenti della scuola secondaria.

simpson insegnante

Per diventare docenti nella scuola italiana è necessario:

  • conseguire il titolo di studio di accesso all’insegnamento (Laurea, Diploma e così via)
  • conseguire l’abilitazione all’insegnamento.

article img id278081t1559732031943Alla luce delle novità introdotte dal decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 61 e delle richieste di chiarimento avanzate da parte delle istituzioni scolastiche, nelle more della pubblicazione del decreto recante le Linee guida per favorire e sostenere l'adozione del nuovo assetto didattico e organizzativo del biennio e del triennio dei nuovi percorsi di istruzione professionale previsto dall'articolo 4, comma 4, del decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro dell'economia e delle finanze e il Ministro della salute del 24 maggio 2018, n. 92 (di seguito Regolamento), si forniscono le seguenti indicazioni operative per la conduzione dello scrutinio relativo alla prima annualità del biennio unitario dei nuovi percorsi che si sta avviando a conclusione. Ai sensi dell'articolo 4, comma 7, del citato Regolamento, nel rispetto dell'assetto organizzativo del biennio dei percorsi dell'istruzione professionale previsto dall'articolo 4, comma 2, del decreto legislativo 61/2017, le istituzioni scolastiche di istruzione professionale "effettuano, al termine del primo anno, la valutazione intermedia concernente i risultati delle unità di apprendimento" inserite nel Progetto Formativo Individuale (P.F.I.).

retedeiservizidisabilitaIl Consiglio dei ministri ha approvato in data 20 maggio 2019, in esame preliminare, un decreto legislativo che, a norma dell’articolo 1, comma 184, della legge 13 luglio 2015, n. 107, introduce disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66, recante "Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità". Con la nuova norma si vuole superare l'attuale impostazione che prevede una meccanica associazione tra la certificazione data ai sensi della legge 104 e il supporto offerto all'alunno: sussidi, strumenti e metodologie di studio saranno decisi non in modo standard, in relazione al tipo di disabilità, ma con un Piano didattico individualizzato in relazione alle caratteristiche del singolo studente. I processi di inclusione vedranno il coinvolgimento dell'intera comunità scolastica.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.