Docenti

PERSONALE IMPEGNATO IN ATTIVITÀ DI EDUCAZIONE DEGLI ADULTI ED IN ALTRE TIPOLOGIE DI ATTIVITA' DIDATTICA - ART.22 (CCNL-2006/2009)

1. Sono destinatari del presente articolo i docenti che operano nei centri territoriali

permanenti, nei corsi serali della scuola secondaria superiore, nelle scuole presso gli ospedali e

gli istituti penitenziari.

Considerata la specificità professionale che contraddistingue il settore dell’educazione degli

adulti, si stabilisce che:

a) deve essere assicurata la precedenza nelle operazioni di mobilità a domanda o d’ufficio per

analoga tipologia per chi abbia maturato esperienza nel settore o abbia frequentato

specifici percorsi di formazione in ingresso;

INDIVIDUAZIONE DEL PERSONALE AVENTE DIRITTO DI MENSA GRATUITA

ART.21(CCNL-2006/2009)

1. Il diritto alla fruizione del servizio di mensa gratuita riguarda il personale docente in servizio

in ciascuna classe o sezione durante la refezione.

2. Laddove, per effetto dell’orario di funzionamento adottato dalle singole scuole, nella sezione

risultino presenti contemporaneamente due insegnanti, entrambi hanno diritto al servizio di

mensa.

3.Nella scuola elementare ne hanno diritto gli insegnanti assegnati a classi funzionanti a tempo

pieno e a classi che svolgano un orario settimanale delle attività didattiche che prevede rientri

pomeridiani, i quali siano tenuti ad effettuare l’assistenza educativa alla mensa nell’ambito

dell’orario di insegnamento.

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIE DOVUTE A CAUSA DI SERVIZIO

ART.20 (CCNL-2006/2009)

1. In caso di assenza dovuta ad infortunio sul lavoro, non si computa ai fini del limite massimo

del diritto alla conservazione del posto il periodo di malattia necessario affinchè il dipendente

giunga a completa guarigione clinica. In tale periodo al dipendente spetta l'intera retribuzione

di cui all’art. 17, comma 8, let. a).

2. Fuori dei casi previsti nel comma 1, se l'assenza è dovuta a malattia riconosciuta dipendente

da causa di servizio, al lavoratore spetta l'intera retribuzione per tutto il periodo di

conservazione del posto di cui all'art. 17, commi 1, 2 e 3.

FERIE, PERMESSI ED ASSENZE DEL PERSONALE ASSUNTO A TEMPO DETERMINATO

ART.19 (CCNL-2006/2009)

1. Al personale assunto a tempo determinato, al personale di cui all'art. 3, comma 6, del

D.P.R. n. 399 del 1988 e al personale non licenziabile di cui agli artt. 43 e 44 della legge 20

maggio 1982 n. 270, si applicano, nei limiti della durata del rapporto di lavoro, le disposizioni

in materia di ferie, permessi ed assenze stabilite dal presente contratto per il personale

assunto a tempo indeterminato, con le precisazioni di cui ai seguenti commi.

ASPETTATIVA PER MOTIVI DI FAMIGLIA, DI LAVORO, PERSONALI E DI STUDIO

ART.18 (CCNL-2006/2009)

1. L'aspettativa per motivi di famiglia o personali continua ad essere regolata dagli artt. 69 e

70 del T.U. approvato con D.P.R. n. 3 del 10 gennaio 1957 e dalle leggi speciali che a tale

istituto si richiamano. L'aspettativa è erogata dal dirigente scolastico al personale docente ed

ATA. L'aspettativa è erogata anche ai docenti di religione cattolica di cui all'art. 3, comma 6 e 7 del D.P.R. n. 399/1988, ed al personale di cui al comma 3 dell'art. 19 del presente CCNL,

limitatamente alla durata dell'incarico.

ASSENZE PER MALATTIA - ART.17 - (CCNL 2006/09)

1. Il dipendente assente per malattia ha diritto alla conservazione del posto per un periodo di

diciotto mesi. Ai fini della maturazione del predetto periodo, si sommano, alle assenze dovute

all'ultimo episodio morboso, le assenze per malattia verificatesi nel triennio precedente.

2. Superato il periodo previsto dal comma 1, al lavoratore che ne faccia richiesta è concesso di

assentarsi per un ulteriore periodo di 18 mesi in casi particolarmente gravi, senza diritto ad

alcun trattamento retributivo.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.